1. Photo
  2. Photo
  3. Photo
  4. Title 4
  5. Title 5
  6. Title 6
  7. Title 7
  8. Title 8

III CONCORSO NAZIONALE​​ 
"SCUOLE IN MUSICA"

riservato a
Scuole Secondarie di I grado ad Indirizzo Musicale
Licei Musicali e Coreutici

I PREMIO MUSICALE
"LÀSZLÒ SPEZZAFERRI"


riservato a 
Conservatori di Musica

Istituti Musicali Pareggiati

21, 22, 23, 24 e 25 Maggio 2018
Palazzo della Gran Guardia
Piazza Brà n. 7 - Verona​
Cari Amici, 

è con grande piacere che annunciamo la Terza Edizione del Concorso Nazionale “Scuole in Musica”, in programma a Verona dal 21 al 25 Maggio 2018 presso il meraviglioso Palazzo della Gran Guardia in Piazza Brà. 
Dopo il successo delle prime due edizioni, che hanno portato a Verona oltre 2000 studenti ogni anno provenienti da ogni parte d’Italia, la Terza Edizione 2018 si arricchirà della sezione dedicata agli studenti dei Conservatori Italiani. Dal 2018 nascerà infatti il Premio “Làszlò Spezzaferri”, in nome del grande violoncellista, compositore e insegnante che nel 1968 contribuì a trasformare l'allora Liceo Musicale di Verona in Conservatorio di Musica e ne fu direttore fino al 1982. 
Si andrà quindi a completare questa grande Festa della Musica Italiana con tutte le fasi dell’educazione musicale previste dal nostro ordinamento, iniziando dai primi passi mossi dai giovanissimi musicisti delle Scuole Secondarie, fino alle esibizioni professionistiche dei laureandi in discipline musicali che frequentano i nostri Conservatori di Musica.  
Sarà la chiusura di un cerchio, il completamento di un’opera che è la formazione dei musicisti del domani, coloro che siederanno dietro le prossime cattedre e nelle file delle prossime orchestre, che riempiranno le platee dei teatri e i loro palcoscenici, perché “nessuno in Europa saprà competere con il vostro talento”, diceva il Ministro inglese Tatcher rivolgendosi agli Italiani. 
E allora, ragazzi, “Studiate! Anche se nella vita è meglio furbi che colti. Anzi, proprio per questo. Per non arrendervi a chi vi vorrebbe più furbi che colti. Perché la cultura rende liberi, critici e consapevoli. Non rassegnatevi a chi vi vorrebbe opportunisti, docili e senza sogni.”
Quindi a voi, giovanissimi artisti, l’invito più caloroso al Concorso Scuole in Musica e al Premio Musicale Laszlo Spezzaferri, con i vostri meravigliosi insegnanti che quotidianamente alimentano i vostri fuochi e i vostri genitori che silenziosamente vi indicano la giusta strada. 
Con l’augurio che questa esperienza possa accendere un piccolo faro sul vostro grande cammino musicale!

Ilaria Loatelli
Direttore Artistico

ORGANIZZAZIONE

  1. PAOLO BAGLIERI 
presidente
    PAOLO BAGLIERI presidente
  2. ILARIA LOATELLI 
direttore artistico
    ILARIA LOATELLI direttore artistico
Paolo Baglieri è una delle personalità più interessanti dei musicisti della nuova generazione. 

Acclamato come “un pianista che unisce perfettamente la sua visione personale con l’intenzione del compositore” è vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali.

Si è esibito in Italia, Francia, Berlgio, Olanda, Spagna, Austria, Palestina, Israele e Cile per oltre 300 concerti solistici, cameristici e con orchestra. E’ stato docente di pianoforte principale presso il Conservatorio Edward Said di Gerusalemme dal 2010 al 2013 e ha insegnato pianoforte presso i Conservatori di Musica di Pavia, Siena e Siracusa. 

Nel corso della sua carriera artistica è stato Direttore Artistico dell’Associazione Musicale “Mussorgsky” e dell’Acireale Classical Music Festival. 

Presidente della Talent Music Master Courses di Brescia, Accademia internazionale nata nel 2014, che vanta nel corpo docenti alcuni tra i più grandi musicisti del pianeta, è attualmente Direttore Artistico del Brescia Classica International Piano Competition e prende regolarmente parte alle commissioni giudicatrici di alcuni dei più importanti concorsi internazionali, quali Clavicologne International Piano Competition di Colonia, Malta International Music Competition, Armenia International Music Festival&Competition, Eurasian Music Games di Astana (Kazakhstan), German Piano Open (Berlino), Mosca Piano Open, Compositore de Espana International Piano Competition (Madrid).

Diplomatosi brillantemente al Conservatorio “V. Bellini di Catania”, ha studiato presso il “Codarts - University of Arts” di Rotterdam e presso la “Schola Contorum” di Parigi. Ha seguito masterclass con Pavel Gililov, Franco Scala, Benedetto Lupo, Boris Petrushansky, Vincenzo Balzani e Sergio Perticaroli.
“Senza alcun compromesso, posso facilmente affermare che Ilaria Loatelli sia uno dei migliori talenti che io abbia incontrato nella mia carriera”. 
Fabio Bidini, pianista

“Una dei migliori giovani artisti che io abbia ascoltato negli ultimi anni”. 
Catherine Rollin, compositrice

“Ilaria Loatelli ha trovato una magnifica naturalezza, quella propria dei grandi che sembrano non preoccuparsi più del fattore tecnico. 
..esegue la temibile Toccata di Prokofiev staccata, a un tempo che forse solo la Argerich si può permettere.
Un talento che sa di prodigio” 
L’Arena

Ilaria Loatelli, pianista italiana, è stata guest artist del Golden Key Festival presso la Carnegie Hall di New York nel giugno 2016, si è esibita recentemente presso la Società del Quartetto di Bergamo e a Verona al teatro Ristori per gli Amici della Musica e al Teatro Romano per il festival della Bellezza. 

Vincitrice di decine di concorsi pianistici internazionali di cui l’ultimo in Australia, dove ha ottenuto il Secondo Premio al Southern Highlands International Piano Competition di Bowral (Ottobre 2013), si aggiudica il Sony Classical Talent Scout di Madesimo nel 2014.
Si è esibita in Europa, Asia, Stati Uniti e Australia in alcune tra le sale più prestigiose, tra cui alla Sala Mozart presso l’Accademia Filarmonica di Bologna, Ateneo Veneto di Venezia, Teatro Filarmonico, Teatro Ristori e Sala Montanari della Società Letteraria di Verona, Teatro Manzoni e Auditorium di Milano, Accademia di Romania, Teatro di Marcello e Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro Verdi di Pisa, Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Teatro Caio Melisso di Spoleto, Teatro Goldoni di Firenze, Teatro Donnafugata di Ragusa, Seiler Konzertsaal di Kitzingen e Konzerthaus di Berlino (Germania), Wiener Saal di Salisburgo (Austria), Palacio Foz, Teatro Nacional de Sao Carlos e Conservatorio di Lisbona, Teatro Académico Gil Vicente e Conservatorio di Coimbra, Museu Nacional Soares do Reis di Porto (Portogallo), Kastel d’Ursel (Antwerp – Belgio), Yamaha Artists’ Service di Parigi e di Mosca, Ateneu di Bacau (Romania), York Theatre di Sydney, Lywenyll Hall di Canberra e Chevalier College di Bowral (Australia), Hong Tai Hall di Xiamen (Cina), Thayer Hall di Los Angeles. 
Ha inoltre effettuato numerose registrazioni per emittenti televisive (tra le quali Mediaset, EuroClassical, Canale 10 di Firenze, Telearena e Telenuovo di Verona) e radiofoniche (Radio Classica, ABC Australian Broadcasts, Radio Nacional du Portugal), e il suo primo cd “Caleidoscope” è stato registrato per la casa discografica Flamme Records.
Si è recentemente esibita con grandi artisti come il pianista Michel Dalberto e i violinisti Xenia Gamaris e Karen Shahgaldyan.

Nel Giugno 2013 conclude il percorso di studi presso l’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma con il massimo dei voti e la lode nella classe del Maestro Sergio Perticaroli e le viene assegnato dal maestro Sir Antonio Pappano il premio Via Vittoria quale migliore diplomata dell’anno. 

Direttrice Artistica della Talent Music School di Verona, nel corso degli anni i suoi allievi hanno ottenuto più di 60 premi pianistici in concorsi Nazionali e Internazionali. E’ ideatrice del progetto Harmony Trio, con cui le sue allieve Carlotta, Elisa e Anna hanno raggiunto la finale del talent show televisivo Tu Si Que Vales in diretta su Canale 5, esibendosi a sei mani. 
Ilaria è Direttrice Artistica del Concorso Nazionale “Scuole in Musica” di Verona che riunisce annualmente al Palazzo della Gran Guardia dai 1500 ai 2000 alunni delle scuole secondarie a indirizzo musicale italiane provenienti da nord, sud e isole: una grande manifestazione nazionale che favorisce la crescita dell’individuo e la diffusione del messaggio musicale tra le nuove generazioni.